Furgone si ribalta in rotonda, Alessio è in Rianimazione: tutto il paese fa il tifo per lui

Alessio Pedretti, 38enne di casa a Orzinuovi, è stato ricoverato in prognosi riservata al Civile di Brescia dopo il grave incidente in cui è rimasto coinvolto mercoledì mattina a Borgo San Giacomo

Alessio Pedretti (fonte Facebook)

È rimasto incastrato tra le lamiere accartocciate del suo furgone Piaggio, rimediando gravi traumi: dopo la corsa al Civile di Brescia, Alessio Pedretti è stato ricoverato nel reparto di prima rianimazione. Le condizioni del 38enne, originario di Borgo San Giacomo ma di casa a Orzinuovi, sarebbero piuttosto critiche e tutto il paese sta tifando per lui.

Le notizie che arrivano dall'ospedale non sono comunque drammatiche: il giovane operaio, che svolge lavori di manutenzione per alcuni Comuni della Bassa, è ancora in prognosi riservata ma dovrebbe essere fuori pericolo.

La dinamica dell'incidente

È rimasto vittima di un terribile schianto avvenuto mercoledì mattina a Borgo San Giacomo sulla provinciale, all'altezza di una rotonda: il furgone Piaggio sul quale viaggiava è stato colpito in pieno da un'auto - un'Alfa Mito condotta da un 35enne di San Paolo-  che non avrebbe rispettato la precedenza, forse a causa della fitta nebbia. La violenza dell'urto ha fatto ribaltare il furgone, che ha finito la sua corsa in un campo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I soccorsi

Le condizioni del 38enne sono apparse subito critiche: i vigili del fuoco lo hanno liberato dalle lamiere del furgone, poi è stato affidato alle cure dei volontari della Croce Verde di Orzinuovi, accorsi sul posto. La centrale operativa del 112 aveva inviato anche l'eliambulanza che però non ha potuto atterrare a causa della fitta nebbia che avvolgeva la Bassa Bresciana. Dopo la corsa in ospedale, il ricovero in prima rianimazione: avrebbe rimediato numerosi truami e fratture ma non si teme per la sua vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

Torna su
BresciaToday è in caricamento