Sbanda all'improvviso per un malore, pauroso schianto sulla Statale

L'incidente domenica mattina a Niardo, lungo la Ss42: ad avere la peggio il 74enne alla guida della Suzuki, ricoverato in ospedale in elicottero

Foto d'archivio

Il pauroso schianto frontale di domenica poteva avere conseguenze ben peggiori: per lunghi attimi si è temuto il peggio, tanto che dal codice giallo iniziale l'allarme è stato rilanciato in codice rosso, una volta che i soccorritori sono arrivati sul posto. L'incidente poco prima delle 9.30 lungo la Statale 42, in territorio di Niardo: la dinamica del sinistro è al vaglio della Polizia Stradale.

Ad avere la peggio un uomo di 74 anni alla guida della sua Suzuki Vitara, finito fuori strada e contro lo spartitraffico dopo aver centrato in pieno una Fiat Punto che viaggiava in direzione opposta, guidata da un ragazzo di 20 anni. Il giovane è rimasto fortunatamente illeso.

I motivi che hanno portato all'incidente sono ancora in corso di accertamento. Di certo è che il 74enne all'improvviso ha sbandato: ha invato la corsia opposta a quanto pare con l'intenzione di svoltare verso il benzinaio. Pare si sia sentito male alla guida, e abbia cercato di svoltare per evitare incidenti.

In ospedale in elicottero

Ma la sfortuna ha voluto che proprio in quel momento stava transitando un'altra auto. Impatto inevitabile, e violentissimo: un boato che ha spezzato l'inerzia di una tranquilla domenica mattina. Dal Civile è stato fatto decollare l'elicottero, che ha poi provveduto al trasporto in ospedale del pensionato: la buona notizia è che non ha mai perso conoscenza, e che non sarebbe in pericolo di vita.

Come detto è invece rimasto illeso il 20enne alla guida della Punto. E' stato soccorso e medicato sul posto, ma senza bisogno di alcun ricovero in ospedale. La strada è rimasta chiusa a lungo, per permettere le operazioni di soccorso e di messa in sicurezza. Sul posto, oltre alla Stradale, anche l'ambulanza della Croce Rossa di Palazzolo, l'automedica, i Vigili del Fuoco. 

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento