Maclodio: auto si schianta contro un pullman, un morto e nove feriti

Tragico incidente sulla Provinciale di Maclodio, costato la vita al 44enne Adriano Grazioli, padre di un bimbo di soltanto due anni: sarebbe morto sul colpo. Lascia la moglie Elisa, la mamma e la sorella

Una traiettoria deviata all’improvviso, l’auto che finisce in parte nella carreggiata opposta. E lo scontro con un pullman di linea di passaggio diventa inevitabile, e si trasforma in tragedia. Un morto e nove feriti lievi, il bilancio del frontale di giovedì pomeriggio a Maclodio, sulla Strada Provinciale 235.

Ad avere la peggio il 44enne Adriano Grazioli, morto sul colpo a seguito dell’impatto. La sua Audi A6 si è accartocciata, schiacciata dal peso dell’autobus della Saia diretto a Lograto. Nove i feriti tra i passeggeri, nessuno di loro in pericolo di vita, tutti trasportati all’ospedale di Chiari.

L’ennesima tragedia sulle strade bresciane, e che lascia ancora una volta sgomenti. E’ successo a poche centinaia di metri da casa, mentre Grazioli stava rientrando. Un seggiolino, appoggiato sul sedile anteriore del passeggero, lascia ferite ancora più profonde nel cuore della sua famiglia. Il 44enne era infatti papà di un bimbo di soli due anni.

Lo piangono la moglie Elisa, la mamma e la sorella. Ma in tantissimi in paese, i compagni della Maclodio calcistica, con la squadra dell’oratorio. Faceva l’operaio, aveva da poco ripreso a lavorare dopo parecchio tempo in cassa integrazione, in una ditta di Torbole Casaglia. Prima di allora aveva lavorato per anni alla Osalmec, in fonderia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Musicista bresciano accoltellato fuori da un locale

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • La fame di supermercati non si placa: nuovo punto vendita in arrivo

Torna su
BresciaToday è in caricamento