Tragico frontale con un bus, l'automobilista scappava da un altro incidente

L'uomo avrebbe prima tamponato un'altra auto: proprio durante la fuga si sarebbe schiantato contro un bus carico di studenti. Uno scontro drammatico, in cui ha perso la vita un 40enne residente a Montichiari. Dodici giovani, tra i 16 e i 18 anni, sono invece rimasti feriti

La scena dell'incidente © Bresciatoday.it

Ci sarebbe una folle fuga all'origine del drammatico schianto frontale avvenuto nel primo pomeriggio di martedì a Lonato, lungo la Provinciale 567, che è costato la vita a Hicham Mouddane, 40enne marocchino residente a Montichiari. Stando a quanto finora ricostruito dalla Polizia Stradale di Desenzano, l'uomo avrebbe prima tamponato un'auto, ma non si sarebbe fermato, scappando anzi a velocità elevata.

Proprio mentre scappava avrebbe invaso l'opposta corsia di marcia per sorpassare un altro veicolo, finendo poi  per schiantarsi frontalmente contro un bus carico di studenti delle scuole superiori.

Un impatto terribile, avvenuto all'interno della galleria tra la Multisala King e lo svincolo per Esenta, che non ha lasciato scampo all'automobilista: è morto sul colpo. I Vigili del Fuoco hanno lavorato a lungo per estrarre il suo corpo dilaniato dalle lamiere della Fiat Marea su cui viaggiava, che risulta intestata alla moglie. All'interno della macchina non sono stati trovati né documenti personali né relativi al veicolo (patente e assicurazione). 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Pronto a tornare a casa dopo la disco: colpito da un pugno, gli fratturano il cranio

  • Cronaca

    Tenta il suicidio per una delusione d’amore: salvato in extremis dal fratello

  • Cronaca

    La tempesta perfetta: raffiche da uragano e grandine come palle da baseball

  • Cronaca

    Fiumi d'alcol alla festa: ragazzina di 12 anni crolla a terra davanti alle amiche

I più letti della settimana

  • Coltello alla gola, costretta a una fellatio: riconosciuto e condannato dopo 14 anni

  • Bagnanti sotto shock: un cadavere riemerge dalle acque del lago di Garda

  • Investito e ucciso, le rivelazioni shock dei fratelli: “Molto più di un’amicizia”

  • Autista aggredito da un passeggero senza biglietto, il bus ferma in caserma

  • Bimbo batte la testa, e nel viaggio in auto verso il Pronto soccorso perde conoscenza

  • Maltempo e trombe d’aria in provincia, danni gravi nella Bassa e in Franciacorta

Torna su