In moto si schianta contro un tir fermo in coda: chi è la vittima

Viaggiava a bordo della sua Yamaha con la fidanzata. Si è scontrato con un autoarticolato fermo in coda

Foto d'archivio

Morto sul colpo. Il gravissimo incidente verificatosi attorno alle 13:30 di ieri a Verona, nel tratto tra lo svincolo della tangenziale Sud e il casello di Verona Nord della A4, è costato la vita a un giovane di Lonato del Garda. Ferita, fortunatamente in modo non grave, la fidanzata di 23 anni, che si è "solamente" fratturata una mano ed è ora ricoverata presso l'ospedale veronese di Borgo Trento.

La vittima è Nicolò Baio, 26enne, residente in località Campagna a Lonato del Garda assieme alla famiglia. Di professione aiuto-cuoco, il giovane aveva una forte passione per le motociclette, ma - stando ai primi accertamenti - non avrebbe mai conseguito la patente di guida per la moto, e per questo motivo sarebbe già stato sanzionato in passato. 

Devastante l'impatto della Yamaha 600 contro la parte posteriore del camion fermo in coda: nell'urto Nicolò ha perso la vita sul colpo. La ragazza dietro di lui si è miracolosamente salvata solo grazie al fatto che il corpo di Nicolò ha fatto da scudo attutendo l'impatto contro il tir. Pesantissime le ripercussioni sul traffico, sul tratto interessato si è fermata una coda di 10 chilometri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento