Terribile incidente, muore in ospedale: giovane padre lascia moglie e figlia

Aveva soltanto 29 anni Dario Capitanio, titolare di un'azienda agricola a Valle Rossa di Cene: martedì mattina il terribile incidente lungo l'autostrada A4

Dario Capitanio (Foto da Facebook)

Di lui rimangono tanti ricordi, le fotografie in cui era sempre sorridente, circondato dai suoi animali, le dediche alla compagna Tania e alla piccola Emma, la loro figlioletta che compirà quattro anni proprio il giorno di Natale. Non ce l'ha fatta Dario Capitanio, morto a soli 29 anni a causa di un terribile incidente stradale, sull'autostrada A4.

Martedì mattina è rimasto coinvolto nel tamponamento di tre mezzi pesanti, quasi al bivio con la Tangenziale Est, tra Milano e Monza in territorio di Brugherio: è rimasto schiacciato dal peso delle lamiere, rianimato sul posto e trasferito d'urgenza in ospedale, in condizioni disperate. Troppo gravi le ferite riportate: ha resistito solo poche ore, e poi si è dovuto arrendere.

Con moglie e figlia abitava a Valle Rossa, piccola frazione di Cene sulle montagne bergamasche, non lontano dal lago di Endine: era il titolare dell'azienda agricola Capitanio, una tradizione di famiglia che è stata “passata” di generazione in generazione, fondata ancora dal nonno. Molto conosciuto anche in Valcamonica, amava il suo lavoro: un'attività in cui ci metteva impegno e passione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante le fatiche che spesso gli provocava: già nell'agosto del 2010 era rimasto coinvolto in un grave incidente, sulla Statale 39 che da Edolo porta all'Aprica. Aveva solo 21 anni, vittima di uno schianto frontale con un Tir mentre era a bordo di un furgone per il trasporto degli animali. Rimase a lungo costretto su una sedia a rotelle, per le fratture riportate: poi si riprese, ed era tornato più allegro di prima. Fino al triste, tristissimo epilogo di poche ore fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Cadavere in montagna: risolto il 'mistero' dell'escursionista trovato morto

  • Padre di famiglia cerca una prostituta ma si trova a letto con un trans, rissa nel residence

  • Un bimbo si sente male, al grest di paese un sospetto caso di coronavirus

Torna su
BresciaToday è in caricamento