Nebbia fitta, auto si schianta contro il muro: grave giovane donna

Brutto incidente mattutino sulla strada che da Borgo San Giacomo porta a Villachiara: nebbia a banchi, visibilità ridotta e l'utilitaria guidata da un 49enne che finisce contro un muro. Ad avere la peggio la compagna di 36 anni

Galeotta fu la nebbia della primissima mattina: e vittime dell'incidente due operai agricoli di origini indiane, lui di 49 anni e lei 36. Si sarebbero scontrati contro un muro sulla strada che da Borgo San Giacomo porta a Villachiara: il sole doveva ancora sorgere, stavano andando a lavorare in una delle tante aziende agricole della Bassa.

Pare che la nebbia fosse così fitta da non poterci vedere a più di 30 metri: questo il motivo dell'incidente stradale che ha coinvolto la coppia di indiani, residenti proprio a Borgo. Stava guidando l'uomo: la sua utilitaria avrebbe sbandato, sarebbero poi finiti dritti contro un muro. L'impatto sarebbe avvenuto sul lato destro della vettura.

Una brutta botta, in particolare per la passeggera: soccorsa dall'ambulanza dei volontari di Orzinuovi è stata poi accompagnata al Civile di Brescia, in codice rosso. Ora è ricoverata nel reparto di Neurochirurgia: avrebbe riportato lesioni tali alla testa da convincere i medici a riservarne la prognosi.

Non sarebbe comunque in pericolo di vita. In ospedale anche il 49enne alla guida, ma è stato ricoverato solo per accertamenti. Erano usciti di casa prima delle 5, lo schianto con il muro solo pochi minuti più tardi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento