Si schianta con l’auto contro le rocce, lo trovano il giorno dopo

A fare scattare l’allarme il padre del giovane, che venerdì non era rincasato per dormire.

Lo schianto contro le rocce, poi lunghe ore passate tra le lamiere dell’auto, in attesa che qualcuno si accorgesse di lui. Davvero una bruttissima avventura, quella vissuta, venerdì notte, da un 27enne di casa a Ponte Caffaro, frazione di Bagolino. 

Il giovane uomo è rimasto vittima di un pauroso incidente in alta Val Daone, lungo la strada per malga Bissina. Avrebbe perso il controllo dell’auto, finendo per schiantarsi contro alcune rocce e non sarebbe riuscito ad allertare i soccorsi.

A fare scattare l’allarme e le ricerche. È stato il padre del giovane. Preoccupato perché il figlio non era tornato a dormire, ha avvisato i carabinieri di Bagolino. I militari hanno seguito le tracce del telefono del 27enne e l’hanno individuato all’interno della sua auto distrutta dallo schianto.

Lievemente ferito ma in stato confusionale per lo shock subìto, il giovane è stato trasportato in ospedale per ricevere le cure del caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento