Inferno in autostrada, 6 le vittime: anche i bambini sono morti carbonizzati

Non sono ancora state identificate le giovani vittime del terribile incidente di martedì pomeriggio in A21: tra i sei morti nel terribile schianto ci sono anche due bambini. L’autostrada ha riaperto solo la mattina

Solo in queste ore l’autostrada è stata definitivamente riaperta al traffico: i mezzi sono stati rimossi nella notte, dopo parecchie ore di lavoro. L’atmosfera è surreale, il giorno dopo il terribile incidente costato la vita a sei persone, tra cui due bambini: sono morti carbonizzati nell’inferno di fuoco divampato in A21, all’altezza del casello di Brescia Sud, nel primo pomeriggio di martedì.

Cinque erano a bordo di una Kia Sportage, una famiglia di francesi forse in Italia per qualche giorno di vacanza. Sono stati prima travolti dal camion che trasportava cereali guidato da un autista di origini macedoni ma con cittadinanza italiana, che abitava in Piemonte: anche lui è morto nell’incidente, rimasto incastrato nella cabina del Tir e intrappolato tra le fiamme.

A seguito del violentissimo tamponamento la Kia è finita per schiantarsi contro l’autocisterna che aveva davanti a sé: un altro impatto violento, e la cisterna (piena di benzina) che in pochi attimi ha preso fuoco. Purtroppo non c’è stato niente da fare: le fiamme sono divampate rapidissime, hanno travolto gli altri mezzi, hanno ucciso sei persone.

INFERNO IN AUTOSTRADA:
IL VIDEO DELLA POLIZIA

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento