Terribile incidente col furgone della ditta, operaio muore sul colpo

Sul luogo dell'incidente, a Segrate sulla provinciale Rivoltana, sono intervenute sette ambulanze e un'automedica del 118

Un morto e sei feriti. E' gravissimo il bilancio di un incidente stradale avvenuto alle porte di Milano, a Segrate sulla provinciale Rivoltana (Sp14), alle prime luci dell'alba di giovedì. Il furgoncino sul quale viaggiavano la vittima e i feriti si è ribaltato per cause ancora da capire. Erano tutti operai edili.

Sul luogo dell'incidente, attorno alle 6 del mattino, sono intervenute sette ambulanze e un'automedica dell'Azienda regionale emergenza urgenza. Per una delle persone coinvolte - tutti uomini tra i 31 e 49 anni - non c'è stato nulla da fare ed è morto sul colpo. Si tratta di Ivan Rossi, 46enne di Chiari: era sul furgone della ditta per cui lavorava, con sede a Grumello del Monte, ed era diretto verso un cantiere a Milano.

Grave incidente stradale a Segrate: un morto

Gli atri passeggeri feriti, uno italiano e cinque stranieri, stando a quanto riferito dalla centrale operativa del 118, sono stati trasferiti in vari ospedali in condizioni meno gravi: San Donato, San Raffaele, Città Studi, Policlinico, Niguarda. Nessuno di loro sarebbe in pericolo di vita.

Il traffico sull'arteria è rimasto paralizzato completamente per permettere i soccorsi prima e i rilievi poi. Presenti i carabinieri della Compagnia di San Donato e i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano.

Fonte: Milanotoday.it
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento