Fumo nero e denso dal camino, principio d'incendio all'inceneritore

Allarme subito rientrato, ma la “fumata nera” di mercoledì mattina ha fatto parlare parecchio di sé: nessun danno agli impianti, solo un principio d'incendio

Il camino dell’inceneritore A2A © Bresciatoday.it

L'allarme è subito rientrato, l'incendio rapidamente domato: ma mercoledì mattina per qualche ora a Brescia non si è parlato d'altro. Tutto è cominciato ancora prima delle 7, quando dal camino del termoutilizzatore di A2A è cominciato a fuoriuscire del fumo nero e denso. Poca roba, così pare, insomma qualche minuto e non di più.

Una “fumata nera” in piena regola e che sarebbe stata causata da un incendio, anzi da un principio d'incendio a una componente elettrica all'interno del camino del termoutilizzatore. La conferma arriva da una nota di A2A: le fiamme sono state spente ancora prima che potessero divampare, e la fumata nera è durata solo “alcuni minuti”.

Una fuoriuscita di fumo dalle finestre del camino: “Gli operatori di turno – continua A2A – hanno riportato la situazione alla normalità in pochi minuti, con gli appositi estintori. L'impianto ha continuato regolarmente a funzionare, e tutti i valori delle emissioni sono sempre rimasti al di sotto dei parametri di legge”.

Dunque un falso allarme, o un'emergenza rapidamente rientrata: nessun incendio “vero”, nessun danno alle strutture e soprattutto nessuna anomalia e nessun malfunzionamento all'impianto del termoutilizzatore, che ricordiamo è utilizzato per produrre energia bruciando i rifiuti. L'ultima “fumata nera” risale al 2012: in quel caso qualcosa era davvero andato storto, con tanto di emissioni extra nocive.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Comunque uno schifo!

  • A2A!!!!!! Gioppini infami! A2A è una macchina da soldi anche per il Comune di Brescia e il Comune di Milano a cui eroga ingentissimi dividendi allo scapito della salute dei bresciani! Sciopero della differenziata e azzeramento della Tari visto che bruciamo tutti i rifiuti di Napoli e Roma i cui sindaci sono i peggiori amministratori!!!

  • Un piccolo particolare : La fumata è visibile e segnala

  • Provate a chiedere a questa giunta comunale/a2a i dati relativi alle emissioni di stoccaggio del TU! Un mostro capace di almeno 700.000t annue, solo per noi..

  • Andate su Google e nella barra di ricerca scrivete: Inceneritore Brescia fumata 2014 _______________________ Avrete un pò di roba da leggere.

  • Da quotidiano locale 2014 Quante diossine siano uscite dal camino dell’inceneritore nell’incidente - con relativa fumata nera - del 27 aprile scorso non è dato a sapere. Il motivo? Per tutto il mese di aprile il campionatore automatico dei fumi installato sulla linea 3 non era funzionante. Lo scrive nero su bianco l’Arpa nella relazione stilata dopo il controllo all’impianto di via Codignole. Per ben trenta giorni non è possibile sapere cosa sia uscito dal camino del termoutilizzatore di A2A. «Un fatto grave che non si siano accorti per un mese del mancato funzionamento del campionamento - stigmatizza Maria Luisa Pastore, direttrice dell’Arpa Brescia - . Un fatto grave visto che si tratta del più importante impianto in Italia». A2A si è giustificata inviando all’Arpa una dichiarazione del costruttore dello strumento di campionamento in continuo, con il quale ha comunicato un malfunzionamento della memoria interna del sistema «che non ha più salvato i dati di campionamento a partire dal 6 aprile» sostenendo che «il malfunzionamento della memoria interna non ha comportato nessuna variazione nel funzionamento del sistema Decs che ha continuato comunque a campionare». E hanno fornito una simulazione delle emissioni, in base ai dati storici, secondo la quale tutti i parametri di legge sarebbe comunque ampiamente rispettati.Quante diossine siano uscite dal camino dell’inceneritore nell’incidente - con relativa fumata nera - del 27 aprile scorso non è dato a sapere. Il motivo? Per tutto il mese di aprile il campionatore automatico dei fumi installato sulla linea 3 non era funzionante. Lo scrive nero su bianco l’Arpa nella relazione stilata dopo il controllo all’impianto di via Codignole. Per ben trenta giorni non è possibile sapere cosa sia uscito dal camino del termoutilizzatore di A2A. «Un fatto grave che non si siano accorti per un mese del mancato funzionamento del campionamento - stigmatizza Maria Luisa Pastore, direttrice dell’Arpa Brescia - . Un fatto grave visto che si tratta del più importante impianto in Italia». A2A si è giustificata inviando all’Arpa una dichiarazione del costruttore dello strumento di campionamento in continuo, con il quale ha comunicato un malfunzionamento della memoria interna del sistema «che non ha più salvato i dati di campionamento a partire dal 6 aprile» sostenendo che «il malfunzionamento della memoria interna non ha comportato nessuna variazione nel funzionamento del sistema Decs che ha continuato comunque a campionare». E hanno fornito una simulazione delle emissioni, in base ai dati storici, secondo la quale tutti i parametri di legge sarebbe comunque ampiamente rispettati. Quante diossine siano uscite dal camino dell’inceneritore nell’incidente - con relativa fumata nera - del 27 aprile scorso non è dato a sapere. Il motivo? Per tutto il mese di aprile il campionatore automatico dei fumi installato sulla linea 3 non era funzionante. Lo scrive nero su bianco l’Arpa nella relazione stilata dopo il controllo all’impianto di via Codignole. Per ben trenta giorni non è possibile sapere cosa sia uscito dal camino del termoutilizzatore di A2A. «Un fatto grave che non si siano accorti per un mese del mancato funzionamento del campionamento - stigmatizza Maria Luisa Pastore, direttrice dell’Arpa Brescia - . Un fatto grave visto che si tratta del più importante impianto in Italia». A2A si è giustificata inviando all’Arpa una dichiarazione del costruttore dello strumento di campionamento in continuo, con il quale ha comunicato un malfunzionamento della memoria interna del sistema «che non ha più salvato i dati di campionamento a partire dal 6 aprile» sostenendo che «il malfunzionamento della memoria interna non ha comportato nessuna variazione nel funzionamento del sistema Decs che ha continuato comunque a campionare». E hanno fornito una simulazione delle emissioni, in base ai dati storici, secondo la quale tutti i parametri di legge sarebbe comunque ampiamente rispettati.

  • aumento dei tumori del 9% specialmente su bambini e adolescenti.colpa solo del cibo??ma per favore.....

  • Ci sarebbe da fare uno sciopero silenzioso della differenziata .... e buttare tutto ....vedi che magari qualcuno ai sveglia e ci abbassano la Tari. Sindaco! Ci sei sull’argomento con cui hai fatto campagna elettorale?!?!?!

  • Vediamo se A2A ha il coraggio di smentire......aspetta e spera

  • E la tassa sui rifiuti è stata abbassata di 4 euro! Con tutti i guadagni di A2A che elargisce dividendi al Comune di Brescia per 40 mln di euro ogni anno! Informatevi su queste cose e schifatevi di questa situazione. Bruciamo rifiuti di Napoli e Roma che si fregiano di aver risolto il problema grazie ai loro Sindaci!!! Balle! Grazie ai coglioni bresciani che si respirano i fumi di A2A!!!!!!!

  • A detta di Del Bono siamo una città verde.....ma per piacere. Solo perché sta facendo le ciclabili grandi come autostrade che nessuno usa!

    • Mi permetto di dissentire... In alcuni giorni i fiumi e l'aria hanno un bel colore verde smeraldo.

  • Qualsiasi cosa succeda all'inceneritore di Brescia, siamo sempre nei "parametri di legge"! Intanto nelle classifiche internazionali Brescia viene classificata come prima città europea per inquinamento da diossine...che strano!!? Una città così pulita...

  • come si sta bene a Lumezzane....

  • Noi diciamo qualcosa...ma chi dovrebbe.....tace!

  • Avanti così ! È bello abitare a Brescia sud !

  • Per me è colpa della Caffaro o di Andreotti ! Ad agosto di due anni fa stessa cosa e.....gli analizzatori delle emissioni erano fermi. Ma guarda un pò che sfortuna.... comunque se ben ricordo, "tutto bene" anche allora.

    • Mi correggo NON AGOSTO di due anni fa ! MA APRILE 2014.

    • Sempre la solita storia a lamarmora e limitrofi...non solo ad agosto! E nessuno dice nulla

  • Tutto regolare signori! Un altra terra dei fuochi mascherata

  • Mi sa che ci prendono per il culo....fumo nero di nuovo!!!! Sovraccarico???? Rifiuti di altre province in agosto visto che tutti pensano alle vacanze????

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Mazzette per le case finite all'asta: arrestati un immobiliarista e un ex dirigente sanitario

  • Economia

    Nel cuore della valle, affacciato sulla ciclabile: il bar-chiosco dei ciclisti cerca un gestore

  • Cronaca

    Una vita per la famiglia e l’azienda, morto l’imprenditore Silvano Antonini

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 24 al 26 maggio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • Uccisa da un malore mentre sta pulendo casa: addio a Silvia

  • Auto sbanda in curva, poi la tragedia: chi era la vittima

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • Si affaccia alla finestra di casa e precipita per 12 metri: muore bimba di 9 anni

  • Al volante ubriaco dopo un matrimonio, si schianta in auto con i tre figli piccoli

Torna su
BresciaToday è in caricamento