Si chiude in camera e dà fuoco alla casa: così è morto Luigi Colledan

Proseguono le indagini dei carabinieri sull'incendio di Andrista che è costato la vita al 52enne Luigi Colledan: a quanto pare si sarebbe tolto la vita

I vigili del fuoco sul luogo della tragedia

Proseguono le indagini dei carabinieri sul terribile incendio di mercoledì notte ad Andrista di Cevo, costato la vita al 52enne Luigi Colledan, trovato carbonizzato in camera da letto: con il passare delle ore prende piedi l'ipotesi del gesto estremo, già anticipata dalle prime evidenze degli inquirenti. L'uomo a quanto pare si è chiuso in camera, serrando la porta con un puntello, e si è sdraiato nel letto aspettando la sua morte.

A scatenare una decisione così sofferta probabilmente le recentissimi vicissitudini che lo avevano coinvolto con la sua compagna. Lei originaria di Cevo, lui invece di Alessandria, da qualche anno abitavano insieme e condividevano la stessa abitazione nella piccola frazione di Andrista. In paese ovviamente non si parla d'altro, e in tanti definiscono la vicenda come una tragedia annunciata.


L'ultimo litigio sarebbe stato così violento da mandarla in ospedale: una volta dimessa, la donna è stata trasferita in una struttura protetta. Forse travolto dai sensi di colpa, Colledan ha deciso di farla finita. E nella notte avrebbe dato fuoco volontariamente alla sua abitazione. Al momento è soltanto un'ipotesi, ma la più credibile per gli inquirenti al lavoro.

Colledan era già scampato a una morte orribile, quando era giovane, salvato appena in tempo dall'incendio dell'automobile su cui aveva appena avuto un incidente. In passato si era gravemente ferito cadendo da un tetto: un infortunio che gli aveva procurato anche una parziale invalidità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cronaca dell'accaduto

E' stata una vicina di casa a dare l'allarme, quando erano circa le 1.30 di mercoledì notte. Le fiamme divampavano rapidamente: ci sono volute delle ore per domare l'incendio, e per evitare che si potesse propagare alle case vicine. Poteva essere davvero una strage. Una volta dentro, i Vigili del Fuoco hanno trovato Colledan senza vita, steso nel letto. E' stata proprio la vicina di casa a riconoscerlo. La salma adesso riposa in ospedale a Esine, nella camera mortuaria. La magistratura potrebbe disporne l'autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

  • Intrappolato nel sottopasso, ragazzo di 30 anni rischia di annegare in auto

Torna su
BresciaToday è in caricamento