Incendio doloso dal fruttivendolo: danni per migliaia di euro

Indagini in corso per l'incendio al negozio “Alì Frutta&Verdura” di Via Crotte a Brescia: quasi certa l'ipotesi del dolo

Negozio bruciato (foto d'archivio)

Un incendio probabilmente doloso agita gli animi del tranquillo quartiere di Via Crotte a Brescia: a pagare dazio per il blitz incendiario è il negozio “Alì Frutta & Verdura”, gestito da una famiglia pakistana ma che vive e lavora in città ormai da un quarto di secolo, dal 1993. L'ipotesi di un rogo accidentale, magari causato da un corto circuito elettrico, è stata immediatamente scartata a seguito dei primi accertamenti.

I Vigili del Fuoco e gli agenti della Polizia di Stato intervenuti sul posto hanno subito verificato alcune manomissioni, tra cui la serratura forzata alla porta d'ingresso e il vetro crepato, come fosse stato colpito. Segni che farebbero pensare a una rapina sfiorata, ma che potrebbero essere anche i tentativi di un depistaggio.

Le fiamme sono divampate intorno alle 2 dell'altra notte. Il fuoco è stato spento rapidamente grazie al tempestivo intervento dei pompieri, ma comunque si registrano danni ingenti, per migliaia di euro. L'incendio ha danneggiato il muro esterno, l'ingresso e la tenda, l'impianto elettrico.

Indagini in corso, gli inquirenti stanno vagliando ogni pista. Saranno sicuramente utili alla ricostruzione della vicenda i rilievi sul liquido che ha presumibilmente scatenato le fiamme. Al vaglio anche l'ipotesi di un regolamento di conti, anche se pare improbabile.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ucciso dalla malattia: morte sospetta, ma è escluso il morbo della "mucca pazza"

  • Cronaca

    Si trasferiscono per lavoro, gli occupano la casa e ci fanno dentro una stalla

  • Cronaca

    Improvviso malore, morto l'imprenditore Vigo Nulli

  • Cronaca

    Rapina in casa da incubo: imprenditore minacciato con taser e martello

I più letti della settimana

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Operaio rapito fuori dal lavoro e portato nei boschi: ricerche a tappeto

  • Tangenziale Sud: in tre settimane più di ottomila multe con il nuovo "tutor"

Torna su
BresciaToday è in caricamento