I due cadaveri trovati in Maddalena hanno finalmente un nome

Si tratta di due uomini originari della Macedonia, Hristo Uzunov ed Erem Salija di 42 e 45 anni. L'identificazione è stata possibile grazie al cellulare ritrovato nella tasca della tuta di Uzunov

I cadaveri trovati in Maddalena da una famiglia di Rovato in cerca di funghi hanno finalmente un nome. Si tratta di due persone originarie della Macedonia, Hristo Uzunov ed Erem Salija di 42 e 45 anni.

L'identificazione è stata possibile grazie alla scheda telefonica del cellulare ritrovato nel taschino della giacca di Uzunov. I due uomini erano arrivati in Italia da Tirana a Milano Malpensa il 13 giugno scorso, per arrivare a Brescia ad alloggiare in un hotel in zona Stazione. Poi il nulla fino alla data del ritrovamento il 15 ottobre scorso.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento