Gioca alle slot il bottino della rapina, i carabinieri lo arrestano

Ha rapinato un discount, prima di tornare a casa decide però di fermarsi a giocare alle "macchinette", perdendo buona parte della somma rubata

Visto il buon esito della rapina (a dir la verità la somma rubata non era eccezionale), ha pensato bene di fermarsi al bar per tentare la fortuna alle slot machine, perdendo subito buona parte del bottino. A distanza di un mese e mezzo dai fatti, i carabinieri della stazione di Gussago lo hanno identificato ed arrestato. 

Lo scorso 5 luglio un trentenne di Gussago, disoccupato ed incensurato, ha pensato bene di rapinare il discount Dpiù di via Pianette (raggiunto a bordo di una bicicletta rubata) per racimolare un po' di denaro col quale pagarsi la droga e il vizio del gioco. Col volto coperto, armato di taglierino, l'uomo si è rivolto a una cassiere e minacciandola si è fatto consegnare il bottino, circa 250 euro. 

Dopo essersi allontanato - prima con la bicicletta, poi addirittura con un taxi - il trentenne si è diretto a casa, non prima di avere sperperato buona parte del bottino alle "macchinette" di un bar. A seguito delle indagini, a distanza di un mese e mezzo dalla rapina i carabinieri lo hanno individuato ed arrestato. Ora è ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento