Paura alla fermata del bus, armato di coltello rapina un ragazzino: arrestato

L'episodio venerdì pomeriggio a Gussago: il rapinatore è stato arrestato in città, dopo un lungo inseguimento

Foto d'archivio

Ha atteso la sua vittima alla fermata del bus della linea 13 di Gussago: tra i tanti studenti scesi dal mezzo ha scelto quello che gli pareva più indifeso, un ragazzino di 14 anni rimasto solo con il cellulare ben in vista, ed è entrato in azione. Pur di mettere le mani sul bottino ha anche  minacciato lo studente con un grosso coltello. 

La vicenda, raccontata dal Giornale di Brescia, si è verificata venerdì, attorno alle 13. Il giovane uomo si è avvicinato allo studente, appena sceso al capolinea di viale Bazzani, e gli ha chiesto se gli prestava lo smartphone per fare una chiamata. Una volta ottenuto quello che voleva, è andato dritto per la sua strada. Il ragazzino non si è dato per vinto: ha seguito il malvivente, un 28enne di origine  senegalese, lungo via IV Novembre per farsi restituire ciò che gli apparteneva.

A quel punto è spuntato un grosso coltello, che l'uomo avrebbe usato per minacciare la vittima, intimandogli di non seguirlo. Lo studente non si è arreso: osservando da lontano i movimenti del 28enne,  che è salito su un bus delle linea 13 diretto in città, si è fatto prestare un telefono da un passante è ha chiamato il 112 e il padre.

Mentre i carabinieri di Gussago intercettavano i bus  della linea 13 per rintracciare il 28enne, lo studente e suo padre seguivano tutti i movimenti del malvivente attraverso la localizzazione satellitare dello smartphone. 

Per il rapinatore non è finita bene: è stato individuato dai militari in corso Garibaldi, dove era appena sceso dal bus. Ha cercato di scappare, ma la manette sono scattate in Moretto. Per il 28enne, con alle spalle altri precedenti per rapina, si sono aperte le porte del carcere. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • che brutti commenti rassisti, la povera risorsa profuga doveva telefonare a casa e agli amici dei centri sociali. Denunciare subito il ragazzino e il padre per eccesso di legalità

  • Bastardo.. Tagliare subito le nani e rispedirlo a casa.. È se ritorna bruciarlo

  • Paolo, il supremo "LUI"... lo vorrei tanto anch'io!!!

  • Un negro 28enne....strano

  • Precedenti per rapina il bastardo!!! E che cazzo ci fa ancor qui? Sbattetelo su un mercantile ma sotto la linea di galleggiamento

  • Senegale bastardo sanguisuga figlio di puttana maiale troglodita da sbattere in mare ma in mezzo ai piragna! Feccia! Fuori dai maroni! Ci vorrebbe ancora LUI per fare pulizia da questa merda!

  • Merde emigrate....

  • Se lo merita chi ha votato ancora lo stesso sindaco!

  • Schifoso essere immondo... ecco che cosa è questo senegalese. Minacciare un ragazzino con un coltello. Siamo diventati le loro prede. È poi dovremmo avere rispetto per questi schifosi. A calci in full... dritti al loro paese.

  • Solito discorso arrivano e poi cosa fanno ?? Questo nn hanno lavoro nessuno li controlla e fanno reati più o meno gravi ! I chi sono i responsabili di tutto questo??? Ma noi cittadini paghiamo tutto questo!! Ordine e regole x questa gente primo sbaglio espulsione, noi. Popolo di buonisti poverini voltiamo pagina e aspettiamo che accada qualcosa di più Grave...

  • Solita risorsa bisognosa di beni primari poverino

Notizie di oggi

  • Attualità

    Dove l'aria è irrespirabile: Brescia è la città più inquinata d'Italia

  • Attualità

    In paese nuove telecamere per leggere le targhe: investimento da 80mila euro

  • Attualità

    "Sembra tutto così irreale, la nostra bimba ancora non sa che la mamma è morta"

  • Cronaca

    Listeria nell'insalata "Capricciosa", tre lotti contaminati ritirati dal mercato

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato: ad uccidere Stefania è stata la rivale in amore

  • "Hai fatto sesso con la mia fidanzata": pistola in pugno, rapisce un operaio e lo porta nei boschi

  • "Ti amo" e una rosa rossa: così ha attirato Stefania nella trappola mortale

  • Massacrata con 4 martellate, bruciata con la benzina: "La festa è andata bene"

  • Timbra il cartellino, ma intanto se la spassa al ristorante: licenziata in tronco

  • Relazione con Giancarlo Magalli? Giada smentisce tutto: "Solo amicizia"

Torna su
BresciaToday è in caricamento