Il canale dell’orrore: sono quattro i giovani morti

La rabbia della famiglia e dei residenti di Guidizzolo: il canale Virgilio è considerato troppo pericoloso. Quattro morti in meno di 30. Un mazzo di fiori a scuola per ricordare il giovanissimo Jashan

Quattro morti in meno di 30 anni. L'ultimo solo pochi giorni fa, il giovanissimo Jashanpreet Singh, detto semplicamente Jashan: ritrovato senza vita dopo tante ore di vane ricerche. Appoggiato a quel canale maledetto, probabilmente annegato: e a Guidizzolo cresce la rabbia per una mancanza di sicurezza lungo il corso d'acqua, tra l'altro vicinissimo alla scuola elementare.

Amaro il ricordo: Claudio Cortellazzo, Alessandro Daeder, Mohammed Faraj. E adesso anche Jashan. L'appello dei familiari, e del padre: “Mio figlio è morto, ma deve essere l'ultimo”. Il canale “maledetto” è il canale artificiale “Virgilio”. Anche in questo caso il piccolo Jashan si sarebbe avvicinato troppo, forse per giocare.

L'ennesima giovane vittima, la quarta. Trovato senza vita all'incrocio tra i canali Virgilio, appunto, e Marchionale, già in territorio di Medole. L'appello di residenti, genitori e insegnanti: quel canale va messo in sicurezza. Almeno recintato, con una protezione “rialzata”, o con la posa di reti e dissuasori.

Tanti mazzi di fiori intanto, in suo ricordo, sono stati posati all'ingresso delle scuole elementari. Al cordoglio dei familiari si uniscono insegnanti e dirigenti, e pure il sindaco Sergio Desiderati. Per aiutare la famiglia è stato attivato un “conto corrente di solidarietà”: Monte dei Paschi Guidizzolo, IBAN IT 39 Q01030 57680 000010372460.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento