Accusato di maltrattamenti verso moglie e figlia, ma il giudice gli ridà la pistola

Indagato per stalking e maltrattamenti in famiglia, aveva perso il porto d'armi: scagionato da ogni accusa, ha fatto ricorso al Tar per riottenerlo

Era finito sotto indagine, accusato di stalking e maltrattamenti in famiglia: la figlia lo aveva accusato di averla minacciata, l'ex moglie di averla addirittura picchiata. L'inchiesta era stata poi archiviata con un nulla di fatto: nel frattempo però la Procura gli aveva temporaneamente ritirato pistola e munizioni, e revocato sia il porto d'armi che la “licenza” da guardia giurata, il suo mestiere. Tutto reintegrato a seguito di ricorso al Tar.

Lo scrive Bresciaoggi: la sospensione del porto d'armi e della nomina a guardia giurata era stata disposta dalla Procura a seguito del procedimento avviato con le indagini dei carabinieri. Erano state la figlia e l'ex moglie a denunciare l'accaduto: e per la guardia giurata bresciana, residente nella Bassa, era scattata un'inchiesta per stalking e maltrattamenti.

Le indagini e il ricorso

Il vigilante aveva fatto ricorso al Tar, per poter riavere il porto d'armi e la “licenza”, per ricominciare a lavorare. Il Tribunale amministrativo aveva chiesto ulteriori accertamenti, in modo da verificare la sua eventuale pericolosità sociale. Nelle ultime settimane però anche le indagini si erano concluse con un nulla di fatto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E dunque sia la revoca del porto d'armi che della nomina a guardia giurata erano state annullate. Intanto però era stato avviato un secondo ricorso al Tar, e in questi giorni è arrivata la sentenza definitiva: nessuna pericolosità sociale, circostanza confermata dalla raccolta di testimonianze, e pure da una perizia di uno psichiatra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento