Mancano le sigarette in casa, mamma e bimbe piccole riempite di botte

A processo un 32enne che negli ultimi mesi avrebbe picchiato ripetutamente la sua convivente e le sue bambine ancora piccole. A scatenare i raptus di violenza spesso la mancanza delle sigarette

Storie di violenza quotidiana tra le mura di casa. Uno scenario come tanti: lei, giovane madre divorziata e con due figlie, lui un 32enne che solo dopo pochi mesi si sarebbe rivelato per quello che era. Un violento, raccontano le vittime: l’ormai ex compagna la madre sono stati sentiti martedì in tribunale, insieme all'ex marito che avrebbe "verificato" i segni delle botte sulle bambine e sull'ex moglie. L’imputato non si è presentato, assente per motivi di lavoro.

L’incubo in una casa tra le colline del Basso Garda, nel comune di Goito (Mn). La donna ha raccontato di mesi di soprusi, di minacce e anche botte: maltrattamenti da cui non sarebbero state escluse nemmeno le due figlie ancora piccole. Una violenza che con il passare del tempo si sarebbe fatta quotidiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una violenza inaudita: le piccole sarebbero state picchiate (con calci e pugni) quando ancora stavano sul seggiolone. E la madre avrebbe portato sul volto e sul colpo i segni inequivocabili delle botte. Persona irascibile e fuori controllo, ha raccontato ancora in tribunale, soprattutto quando gli mancavano le sigarette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Cadavere in montagna: risolto il 'mistero' dell'escursionista trovato morto

  • Un bimbo si sente male, al grest di paese un sospetto caso di coronavirus

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

Torna su
BresciaToday è in caricamento