Ladri a Gargnano: mangiano il tiramisù e dimenticano la refurtiva

Una sola banda in azione, nel raggio di un paio di chilometri quadrati: prima il furto dell'auto dei Servizi Sociali, poi motoseghe e canne da pesca, infine un televisore e alimentari. Malviventi golosi mangiano anche il tiramisù

Notte di ‘passione’ nel cuore dell’Alto Garda, e in particolare a Gargnano: tre colpi in notturna e in rapida successione, le cui peculiarità probabilmente rimandano ad un’unica esecuzione, e un’unica banda.

Tutto nel raggio di un paio di chilometri quadrati, e forse poco più, in orario troppo ravvicinato per ipotizzare un ‘blitz’ a firma di mani diverse, e non invece di una stessa regia.

In rapida sequenza i malviventi hanno preso di mira prima di tutto il condominio Aler al cui interno sono siti anche alcuni uffici comunali: hanno forzato il cancello elettrico d’ingresso e hanno rubato una Peugeot 207 di proprietà del Comune, o meglio dei Servizi Sociali.

Forse proprio con quella stessa auto hanno poi proseguito la ‘spaccata’ notturna: hanno allora raggiunto i garage di Via Ruc, hanno ‘puntato’ i portoni socchiusi, hanno portato via davvero di tutto, dalla motosega agli attrezzi per la pesca.

Ultima tappa l’albergo Bogliaco. Entrati dal giardino, hanno ‘sfondato’ la porticina della lavanderia, si sono introdotti nella reception e nella hall. Prima una toccata e fuga alla cassa, poi il grosso televisore dell’ampio spazio comune.

Non contenti hanno ‘spazzolato’ il frigorifero: salami e formaggi, cioccolata e miele. Hanno poi ‘avvistato’ e addentato un gustoso tiramisù: ne hanno mangiato gran parte, al punto tale di essere veramente sazi, e ‘dimenticare’ parte della refurtiva sul tavolo della cucina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento