Una folla per l'addio a Nadia Toffa: "Hai raccontato le tue fragilità, dandoci coraggio"

Don Maurizio Patriciello: "Eri nel cuore di tutti e non grazie alla televisione. Hai chiamato il cancro col suo nome, hai raccontato le tue fragilità dandoci coraggio"

Brescia. Alle 10.25 di venerdì, una piazza Paolo VI gremita e silente ha accolto il bianco feretro di Nadia Toffa, la giornalista e conduttrice de Le Iene stroncata da un tumore all'età di 40 anni.

Sono arrivati da tutta Italia, a centinaia, per dare l'ultimo saluto a Nadia, al suo sorriso, al suo coraggio: "Soffrivamo il fatto che lei soffrisse. È stata bravissima a portare avanti tutto, nonostante gli attacchi e le operazioni. Questa era la cosa drammatica. Era su di morale, era la più up di tutti, ma fra di noi sapevamo come sarebbe finita la vicenda", ha dichiarato in una toccante intervista Davide Parenti, l'autore del programma televisivo che ha reso celebre Nadia, presente in Duomo per le esequie.

Oltre ai familiari e agli amici più intimi, per l'ultimo saluto c'erano in chiesa anche gli amici di Tamburi, quartiere di Taranto in cui c'è l'Ilva: Nadia si era occupata più volte dell'acciaieria e dei suoi problemi ambientali. Era inoltre diventata madrina della raccolta fondi a sostegno del reparto di pediatria oncologica dell'Ospedale Santissima Annunziata, nonché cittadina onoraria della città.

Le parole di don Maurizio

Dal pulpito don Maurizio Patriciello, simbolo della lotta nella Terra dei Fuochi (è stata Nadia a insistere perché celebrasse il suo funerale), ha così ricordato Nadia: "Era dalla parte dei deboli, è stata amata e odiata come Gesù. Ha pagato la sua voglia di giustizia e di verità, ma - proprio questo - è stata anche amata. Ha saputo fare del suo lavoro una missione".

"Verso di lei abbiamo un debito di riconoscenza - ha poi aggiunto -. Nadia, sei stata capace di mettere l'Italia sottosopra, hai unito il Nord e il Sud, la Terra dei fuochi con Brescia. Sono arrivati centinaia di messaggi, in questi giorni. Eri nel cuore di tutti e non grazie alla televisione. Hai chiamato il cancro col suo nome, hai raccontato le tue fragilità dandoci coraggio".

Le parole del vescovo Tremolada

Anche i vescovo di Brescia, Pierantonio Tremolada, ha letto un messaggio durante i funerali di Nadia Toffa: "Rendo onore al suo indomito coraggio, al suo sorriso gentile, alle sue battaglie contro la disonestà, ma soprattutto alla sua passione per la vita. La vita vera".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento