Fuga di gas, esplode la cucina: un intero quartiere svegliato dal boato

L'anziano vedovo, proprietario di casa, salvo per miracolo: al momento dell'esplosione si trovava al piano superiore. Il botto è stato paragonato al rumore di un terremoto.

Un rumore assordante, amplificato dallo scoppio dei vetri delle finestre, sparati a distanza nel giardino dell'abitazione. I residenti del quartiere di Campoverde a Salò hanno avuto un brusco risveglio ieri mattina, sabato 3 febbraio. 

Erano all'incirca le 7 quando in un'abitazione di via General Cantore è avvenuto lo scoppio. Per cause in corso di accertamento - probabilmente una fuga di gas da un vecchio fornello - la cucina si è trasformata in una camera a metano, e qualcosa ha innescato lo scoppio, forse l'accensione di una luce, o l'avvio del motorino del frigorifero.   

Lo scoppio ha devastato la cucina e distrutto i serramenti. Fortunatamente il padrone di casa, Evaristo Bologna, vedovo da qualche anno, si trovava al piano superiore. Lievi le ferite riportate dall'anziano, trasportato presso l'ospedale di Gavardo per i controlli medici. 

Potrebbe interessarti

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • Crolla a terra mentre fa la spesa, le sue condizioni sono disperate

Torna su
BresciaToday è in caricamento