Strangolata al parco: fermato ragazzo di 29 anni, è accusato di omicidio

Portato in carcere a Brescia Andrea Pavarini, il 29enne amico di Francesca con cui sarebbe rimasta sola sabato sera: sentiti anche gli altri amici che erano con lei

E' solo una delle tante domande cui gli inquirenti dovranno rispondere: quando è stata uccisa Francesca? E quando è stata portata al Parco dei Bersaglieri? L'hanno ritrovata lì, lunedì mattina, probabilmente morta da diverse ore. Quindi qualcuno deve avercela portata nella notte: impossibile che domenica, giornata di sole, nessuno si sia accorto di un cadavere al “parchetto”, come lo chiamano in paese, a due passi dalla piazza, meno di 100 metri, dalla farmacia, dal poliambulatorio e dalla sede delle ambulanze del Cosp. Intanto martedì mattina è stato fermato Andrea Pavarini, il 29enne che l'avrebbe vista per ultimo: è accusato di omicidio ed è stato portato in carcere a Brescia.

Indagini per omicidio

Proseguono le indagini sulla morte di Francesca Fantoni, la giovane donna di 39 anni di Bedizzole che risultava scomparsa da sabato sera, e che poi è stata ritrovata senza vita nel parco non lontano da Piazza Europa, dove era stata vista per l'ultima volta. Era stata al Bar Le Terrazze, per bere qualcosa insieme a un amico: i proprietari del locale avrebbero smentito la discussione che i due avrebbero avuto. Circostanza che sarebbe stata confermata anche dalle telecamere di videosorveglianza. Il litigio, se c'è stato, non è stato inquadrato.

Era in compagnia di alcuni amici, tutti tanto più giovani di lei: a causa di un ritardo cognitivo, riferiscono i familiari, Francesca si comportava ancora come fosse un'adolescente. Quelli che erano con lei sarebbero già stati tutti ascoltati dai carabinieri. Tra loro anche Pavarini, il 29enne a cui la Sezione scientifica dei carabinieri aveva fatto visita anche a casa. Magistratura e carabinieri hanno ritenuto, comunque, di averea abbastanza elementi per disporne il fermo, eseguito all'alba di martedì.

La drammatica ricostruzione

Secondo la drammatica ricostruzione del delitto, Francesca sarebbe stata picchiata e poi strangolata. Uccisa brutalmente e trascinata al parco, dove è rimasta abbandonata per ore prima di essere ritrovata da un carabiniere che stava perlustrando la zona. Di lei non si avevano notizie da sabato sera, quando era uscita di casa. Abitava con la madre e la sorella: il padre è scomparso pochi anni fa per una malattia.

Tutti dicono di lei che fosse buona come il pane, che non si meritava una fine così. Una famiglia conosciuta e stimata, in tutto il paese: per tanti anni i Fantoni hanno gestito il principale autosalone del paese. Francesca avrebbe chiamato la sorella sabato alle 18.30: è stata questa la sua ultima telefonata. Lo smartphone verrà ritrovato poche ore più tardi, in piazza, completamente distrutto. E' l'inizio dell'incubo. Ma che ora potrebbe avere un colpevole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento