Maltempo, ancora disastri nel Bresciano: torrente in piena si porta via il ponte

Ponti distrutti, campi allagati, animali feriti, case sfiorate: si contano i danni a Ono San Pietro e Cerveno dopo la furia del torrente Blè

Sarà un'estate purtroppo memorabile, per quanto riguarda il maltempo: a pochi giorni dalla tempesta che ha flagellato la Franciacorta, il lago di Garda e parte della Valle Sabbia, oltre ad aver lasciato senza casa 26 famiglie in città, il meteo continua a fare danni, stavolta in Valle Camonica. E' nella prima serata di martedì che una colata di fango e detriti ha travolto e distrutto ponti e terreni, tra Ono San Pietro e Cerveno.

Un fiume di fango e detriti

Il fiume di fango ha cominciato a muoversi dalla montagna poco dopo le 21: acqua e rocce e detriti e fanghiglia che tutto insieme è straripato dal torrente Blè, raggiungendo in pochi minuti i territori di Ono e Cerveno. La furia del torrente ha distrutto il ponte delle pista ciclabile, lungo più di 12 metri, più un altro ponte utilizzato per collegare una strada di campagna.

Travolti anche campi e prati, per fortuna senza troppi danni e nessun ferito umano: sono da verificare invece le condizioni dei due cavalli (che comunque stanno bene) che erano all'aperto quando è arrivata la colata. In alcuni casi la frana e il fango hanno sfiorato delle abitazioni. Ma nessuno si è fatto male.

La situazione nei Comuni colpiti

In queste ore si farà la conta dei danni, e si cercherà di capire come far rientrare l'emergenza. L'enorme colata di fango anche stavolta si è fermata appena in tempo. Il torrente ha portato a valle rocce e sassi grandi come automobili. Lunga notte di interventi per i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i volontari della Protezione civile. Rocce e detriti hanno riempito le strade. Scongiurato il pericolo che si potesse formare un “tappo”, una diga: sarebbe stato il preludio a un disastro di ben altre proporzioni.

Situazione complicata a Ono, ma pure a Cerveno. “Siamo alluvionati – fa sapere su Facebook l'amministrazione comunale – Non avvicinatevi per nessun motivo al torrente Blè, nemmeno per curiosare. La strada del monte è bloccata. A breve ordinanza di chiusura per fuoriuscita di materiale dalle valli”. 

Potrebbe interessarti

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Come smettere di fumare

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Ubriaca fradicia di primo mattino, ragazza soccorsa da un'ambulanza

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Blitz della Locale dal parrucchiere, scattano i sigilli

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

Torna su
BresciaToday è in caricamento