martedì, 16 settembre 15℃

Fornaci: petizione popolare per la falda acquifera alta

E' stata inviata all'Amministrazione Comunale di Brescia una petizione con oltre 270 firme di residenti con la quale viene chiesto un incontro pubblico dove poter discutere della situazione idrogeologica della zona

Redazione 12 maggio 2011

Ormai da un anno, ovvero dal giugno 2010, nella zona di Fornaci  è stato riscontrato un progressivo innalzamento della falda acquifera che determina la fuoriuscita di acqua dalle vasche private delle abitazioni della frazione. Tale innalzamento sembrerebbe essere cagionato dalla riduzione di prelievo dell’acqua di falda superficiale e dalla modifica delle politiche di gestione della faldastessa.

Proprio a causa di tutto ciò si stanno manifestando allagamenti nelle case che in taluni casi, raggiungono anche gli 80 cm. Allagamenti che hanno costretto gli abitanti ad acquistare delle pompe di pescaggio per cercare di limitare i danni prodotti dall’innalzamento della falda. Alcuni cittadini si stanno dotando inoltre di gruppo elettrogeno automatico di emergenza che in caso di mancanza di erogazione di energia elettrica da parte di A2A, possa garantire il continuo funzionamento della pompa.

I cittadini del quartiere si sono mossi dunque, per portare la situazione all’attenzione dell’Amministrazione comunale, inviando alla Loggia una petizione con oltre 270 firme di residenti. Con essa, viene chiesto un incontro pubblico dove poter discutere della situazione idrogeologica della zona, prima che possano verificarsi situazioni e danni irreparabili. In più, per avere informazioni circa le ripercussioni che l’inquinamento risaputo dei terreni (cromo esavalente) possa avere con l’innalzamento delle falde.

Annuncio promozionale

Fornaci
allagamenti

Commenti