Parla bresciano la prima stazione ecologica ispirata ai Lego

I due designer Gianfranco Di Costanzo e Daniel Facchetti, dello studio Flussocreativo di Brescia, hanno trasformato i contenitori per la raccolta differenziata in un oggetto di design a forma di Lego

Si sono ispirati ai Lego, i celebri mattoncini colorati, per trasformare i contenitori per la raccolta differenziata in un oggetto di design. A ideare il prodotto sono stati i due designer Gianfranco Di Costanzo e Daniel Facchetti, dello studio Flussocreativo di Brescia, che hanno inventato una variopinta 'stazione ecologica' da posizionare in cucina o nel garage di casa.

I contenitori in materiale polimerico - azzurro per l'alluminio, verde per il vetro, bianco per la carta e giallo per la plastica - si possono incastrare, affincati o uno sopra l'altro, con il sistema tipico dei mattoncini Lego, ai quali rimanda anche il nome, 'Leco', con i quali i designer hanno battezzato il prodotto. big_370760_8987_826-2

"Abbiamo voluto ideare un raccoglitore - spiegano gli autori - che avesse la capacità di attirare l'attenzione, oltre che per la sua funzione, per la sua capacità di risolvere problemi di spazio e invogliare alla pratica quotidiana della raccolta differenziata".

(fonte: Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento