Travolge e uccide un ragazzo in moto, finisce a processo per omicidio colposo

Svolta giudiziaria nel caso di Nicola Gheza, morto sulla Provinciale a soli 19 anni: il suo investitore a processo per omicidio colposo

Nicola Gheza

Un'altra svolta giudiziaria, l'ennesima, nel caso di Nicola Gheza, il ragazzo di 19 anni di Esine morto nel dicembre di quattro anni fa lungo la Strada Provinciale 8, al confine con Berzo Inferiore: l'uomo che lo travolse con la sua auto è stato rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio colposo. Si tratta di un rinvio a giudizio coatto, e quindi definitivo: difficile che si procederà all'archiviazione come invece era già stato richiesto per due volte dal pubblico ministero.

Finirà dunque a processo Innocenzo Fostinelli, residente a Berzo e oggi 78enne: l'udienza è stata fissata per il 26 settembre prossimo. La tragedia di Gheza risale al 5 dicembre del 2015: in sella al suo trial, all'uscita da un incrocio, venne travolto e ucciso dalla Mercedes Classe G di Fostinelli. Un impatto tremendo, che non gli aveva lasciato scampo.

I genitori di Nicola non si sono mai arresi, e hanno combattuto in tribunale opponendosi alle due richieste di archiviazione degli anni successivi al processo. E tra avvocati, studi specializzati e perizie varie adesso la decisione è presa: rinvio a giudizio coatto.

Accuse e perizie

Secondo quanto emerso dall'ultima perizia Fostinelli in quel tratto stradale viaggiava oltre il limite di velocità consentito, si presume almeno ai 65 chilometri orari quando il limite è di 50. A velocità ridotta, si legge ancora nella perizia, probabilmente sarebbe riuscito ad evitare l'impatto. A Fostinelli verrebbe contestata anche la “mancata prudenza” in avvicinamento a un incrocio. Sul luogo dell'incidente non vennero poi trovati segni di frenata: forse era convinto di riuscire ad evitare il ragazzo e la sua moto. Ma così non è andata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • La tragica fine di Francesca: picchiata e strangolata al parco pubblico

  • "L'ha massacrata a mani nude, poi è andato al bar": il killer è appena diventato papà

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento