Cocaina nascosta nella lampada della cantina, arrestato operaio

In manette un 30enne: dopo averlo monitorato a lungo, i carabinieri si sono appostati nella cantina del condominio dove vive per scovare il nascondiglio della droga

La droga sequestrata

Operaio di giorno, spacciatore di sera. Un secondo 'lavoro' che l'uomo, un 30enne della Vale Camonica,  svolgeva non troppo segretamente: i carabinieri lo tenevano infatti d'occhio da tempo e avevano anche individuato il nascondiglio della droga.

Il blitz è scattato lo scorso venerdì: sopo aver appurato che il 30enne custodiva la droga all'intero di un locale comune del piano interrato, i militari della compagnia di Esine, si sono nascosti in cantina e hanno atteso il suo arrivo.

Puntulamente l'operaio è caduto in trappola: dopo essere rientrato a casa da lavoro, è sceso al piano interrato ed ha iniziato ad armeggiare all’interno di una plafoniera della luce. I militari lo hanno visto prelevare un involucro e a quel punto sono usciti allo scoperto e lo hanno bloccato.  All'interno della confezione c'erano circa 100 grammi di cocaina. Nelle tasche del giovane, sottoposto a perquisizione personale, sono invece state trovate altre tre dosi di polvere bianca.

L’operaio è stato quindi arrestato per la detenzione del discreto quantitativo di droga. Arresto convalidato: il giudice ha disposto la misura degli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento