Si finge un altro, poi microcamera e auricolare: arrestato all'esame di guida

La Polizia Stradale ha arrestato un giovane sudamericano: si è finto un'altra persona per l'esame di teoria, rispondeva alle domande con microcamera e auricolare

Beccato in flagranza di reato mentre cercava di truffare la motorizzazione civile e ottenere dunque una patente di guida in modo illecito: arrestato in “diretta” dagli agenti della Polizia Stradale in borghese che stavano osservando la scena in un'altra stanza. Il protagonista dell'ennesimo episodio questa volta è un 30enne di origini sudamericane. E' accusato di truffa, false generalità, induzione in errore di pubblico ufficiale.

Individuato e intercettato martedì mattina verso le 11.30, mentre stava svolgendo l'esame di teoria della patente. Era già stato segnalato al suo arrivo: le fotografie dei suoi documenti non corrispondevano un granché al suo volto. E così è stato smascherato: stava facendo l'esame al posto di un altro.

Microcamera e auricolare

Non solo: era dotato di attrezzatura ad altissima tecnologia per rispondere alle domande del quiz. Come fosse un agente segreto: una microcamera per riprendere la schermata dei quesiti, un auricolare all'orecchio per ascoltare le risposte di chi lo stava aiutando.

Ma le sue movenze sospette hanno fatto scattare il blitz: gli agenti hanno riconosciuto in lui un comportamento anomalo, si avvicinava e si allontanava dallo schermo, con la mano si toccava continuamente l'orecchio.

Il racket degli esami-truffa

Solo in motorizzazione a Brescia di episodi come questi ne capiterebbero almeno uno a settimana. In grandissima parte cittadini stranieri, che pagano cifre salatissime (fino a 3000 euro, e oltre) per farsi sostituire in sede d'esame. Il tutto sarebbe gestito da un vero e proprio “racket”, su cui sta già indagando la Procura.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento