Allarme amianto non protetto, blitz dei carabinieri dentro la discarica

Blitz domenicale dei carabinieri alla discarica Ecoeternit di Vighizzolo: la segnalazione è scattata dal comitato ambientalista Sos Terra

Foto d'archivio

Allarme amianto scoperto alla Ecoeternit di Vighizzolo, discarica che ha una capacità di oltre 500mila metri cubi (ed è già occupata per metà): il blitz dei carabinieri è scattato domenica mattina a seguito delle segnalazioni raccolte dal comitato ambientalista Sos Terra. Il materiale nel mirino dei militari risultava essere accatastato nella zona nord dell'impianto, senza teli di protezione.

L'area interessata

Una circostanza che ha fatto subito scattare l'esposto degli ambientalisti, e il conseguente intervento dei carabinieri. In tutto si tratterebbe di una fila di materiale lunga circa 60 metri e alta 2: la violazione in questo caso riguarderebbe la mancata ottemperanza alle prescrizioni dell'Aia, l'Autorizzazione di impatto ambientale per l'operatività della discarica, che appunto prevede la copertura dell'amianto stoccato per evitare la dispersione nell'aria delle pericolose fibre.

Gli accertamenti sono ancora in corso, ma dalle prime verifiche si tenderebbe ad escludere la volontarietà dell'atto da parte dell'azienda: l'ipotesi è che i teli di protezione siano stati trascinati via dal vento. Una possibilità che sarebbe già stata confermata anche dall'amministrazione comunale.

Massima allerta comunque, in una zona dove il livello di attenzione ambientale per forza di cose è da sempre molto elevato. Al momento il pericolo è rientrato: l'azienda ha già provveduto al ripristino dei teli. Al vaglio degli inquirenti ci sono comunque le possibili responsabilità della Ecoeternit, tra cui la mancata manutenzione o la posa non corretta dei teli di protezione. Per l'azienda sono probabilmente in arrivo delle sanzioni pecuniarie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento