Maxi-rissa in pieno centro: si picchiano in 20, arrestati 5 ragazzi

Ci sono anche dei minorenni tra quelli (più di 20) che hanno preso parte alla maxi-rissa di giovedì pomeriggio a Desenzano del Garda, al parco Maratona

Foto d'archivio

Prima le grida, udite da lontano, poi gli spintoni e la rissa: infine la rapina, la fuga, i fermi e le denunce. Finisce così, con nove identificati e cinque probabili fermi, a Desenzano e non solo, il pomeriggio di follia che si è scatenato al parco della Maratona, sul lungolago e in pieno centro al paese. Tra le 17 e le 18 due “bande” di giovanissimi si sono fronteggiate dentro e fuori dal parco.

Maxi-rissa tra bande rivali

Ad avere la peggio sarebbe stato un gruppetto di autoctoni, di giovanissimi residenti a Desenzano: oltre che aggrediti e malmenati da un gruppo di “bulli” arrivati da Brescia e hinterland, italiani e stranieri, sono stati anche rapinati, derubati di due cellulari, un portafoglio e una catenina d’oro. Scene di violenza incredibile, e forse mai vista a Desenzano, almeno in pieno giorno, sotto gli occhi increduli dei passanti e dei titolari delle attività commerciali della zona.

In pochi minuti sul posto si sono precipitate varie volanti della Polizia, mentre tra le due bande - in tutto una ventina di ragazzi, forse di più, di età compresa tra i 14 e i 20 anni - è cominciata la fuga, a piedi e in auto, con rocambolesco inseguimento lungo la passeggiata a lago, in direzione Rivoltella, e poi in Via Dal Molin e verso la stazione.

Cinque arresti e nove identificati

Fonti non ufficiali riferiscono che almeno tre giovani siano stati fermati (e probabilmente arrestati) ancora a Desenzano, mentre altri due sarebbero stati presi quando erano già saliti sul treno, in direzione Brescia e non solo. Ci sarebbero poi altri 9 identificati. Sono attesi ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore, quando la situazione sarà più chiara.

In paese ovviamente non si parla d’altro. Un episodio che mai si era verificato, almeno in tempi recenti. Le scorribande dei “bulletti” in arrivo da Brescia e hinterland era un po’ che non si facevano sentire. Anche se qualche estate fa erano stati addirittura dirottati due autobus urbani, due volte in meno di un mese.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

I più letti della settimana

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

  • Lui è in gravi condizioni, rischia di morire: marito e moglie sposi in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento