Droga ai ragazzini del parco, poi aggrediscono i carabinieri cercando di fuggire

In manette due nigeriani di 21 e 27 anni, pizzicati dai carabinieri con 15 grammi di hashish e marijuana. Per sfuggire al controllo hanno pure aggredito i militari.

Foto d'archivio

Spacciavano al luce del sole nei parchi di Darfo Boario Terme. I loro clienti erano per lo più giovani e giovanissimi, tra cui diversi minorenni, in cerca di hashish e marijuana. Per i pusher, entrambi nigeriani e richiedenti lo status di rifugiato internazionale, le manette sono scattate lo scorso weekend. 

Su di loro - 21 anni uno, 27 l'altro - avevano messo gli occhi i residenti della zona: proprio le segnalazioni inviate dai cittadini nei giorni scorsi ai carabinieri della stazione di Darfo hanno fatto scattare il blitz. I due - peraltro già finiti in mente lo scorso ottobre per detenzione di droga - sono stati fermati e controllati: addosso avevano una quindicina di grammi di hashish e marijuana.

Alla vista dei militari hanno pure provato a divincolarsi e hanno opposto resistenza, non riuscendo però a fuggire. Una volta identificati sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di droga e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Il Giudice del Tribunale di Brescia, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per entrambi l’obbligo di firma. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento