Darfo: speranza per il dodicenne travolto da un muro dello stadio

L'operazione al Civile, durata 7 ore, sembra riuscita. Ora bisognerà attendere una settimana per i primi riscontri. Il bambino è stato travolto lunedì sera da un muro di recinzione dello stadio comunale

Gravi ma stazionarie le condizioni di Nicola Giacomi, il ragazzino dodicenne che nella serata di ieri è stato schiacciato da un muro di recinzione in cemento dello stadio comunale di Darfo, dove si stava allenando insieme ai compagni di squadra. Durante la notte il baby calciatore è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico durato sette ore - LEGGI L'ARTICOLO

L'incidente attorno alle 20 di ieri sera vicino al campo di erba sintetica dove si stava allenando la squadra degli esordienti. Stando alle prime ricostruzioni, il ragazzino avrebbe cercato di raggiungere il campetto, forse perché in ritardo, attraversando un varco nella recinzione che, pare, fosse aperto da tempo rendendo il muro pericolante. Mentre correva è stato travolto da una pesante lastra di cemento, che gli ha schiacciato il torace.

Il ragazzino è stato prima trasportato all'ospedale di Esine, per poi essere trasferito all'ospedale Civile data la gravità delle sue condizioni .Sull'accaduto stanno ora indagando i Carabinieri del Nucleo investigativo Radiomobile di Breno. Si cercherà di individuare i responsabili della mancata manutenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento