Dalmine: tenta suicidio col gas, arrestato per tentato crollo

La tragedia è stata evitata grazie ai vicini che, sentendo l'odore del gas, hanno subito dato l'allarme ai vigili del fuoco

Avrebbe tentato di suicidarsi aprendo il gas, mettendo però a repentaglio l'incolumità dei residenti di un condominio, che ha rischiato di far crollare.

Arrestato, ora è piantonato in ospedale con l'accusa di tentato crollo di costruzione e disastro colposo. Protagonista un pensionato di 67 anni, residente a Dalmine.

Un suicidio al giorno tra i disoccupati:
Lombardia maglia nera della disperazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica sera, poco dopo le 23, i vicini di casa hanno avvertito un forte odore di gas e hanno chiamato i vigili del fuoco giunti sul posto con i carabinieri.

Dopo un rapido controllo si è capito che il gas proveniva dall'appartamento dove l'anziano vive da solo. Una volta all'interno, carabinieri e pompieri hanno visto l'uomo disteso nella camera da letto, in stato di semi-incoscienza. Subito dopo è stato ricoverato all'Ospedale Papa Giovanni, dove si trova piantonato in stato di arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento