Angela Missoni: «Quei pezzi ritrovati non appartengono a un aereo»

Così la sorella di Vittorio, scomparso ormai da quasi due mesi: "E' il momento più difficile della mia vita, ma siamo nati con le spalle larghe. E io spero"

"Si continua a sperare" dice, subito dopo la sfilata del marchio di famiglia, Angela Missoni, sorella di Vittorio, scomparso lo scorso 4 gennaio insieme alla moglie e ai coniugi Foresti su un aereo in volo tra l'arcipelago di Los Roques e Caracas. Una speranza, quella della stilista, basata sul fatto che "si parla solo di ipotesi, ma non c'é traccia di niente".

Per ora, sottolinea Angela, "si sanno soltanto tre cose: l'ultimo punto trasmesso dal trasponder al punto di controllo, un punto preciso in cui sparisce la traccia. La seconda cosa è un borsone ritrovato a Curacao, che è la borsa di un signore che non era a bordo, la terza è una borsa grande, di mio fratello, ritrovata a Bonaire, che aveva dentro una piccola borsetta, entrambe con le cerniere aperte. Queste sono le tre cose che si sanno".

Sul relitto ritrovato a Curacao, Angela non ha dubbi: "quei pezzi ritrovati non sono nemmeno pezzi di un aereo ma le notizie corrono in fretta". La stilista non nasconde che questo "é un momento singolare, molto faticoso, il più difficile della mia vita, ma siamo nati con le spalle larghe, io spero, certo che spero". E alla domanda 'quanta forza ci vuole?' risponde: "tutta quella che ho".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento