A scuola niente soldi per la carta igienica: «Portatela da casa»

Che la scuola pubblica, dopo decenni di tagli, non stia passando un buon momento è cosa risaputa. Ora a Sergnano, 20 km da Orzinuovi, il consiglio di istituto è stato costretto a deliberare sul "materiale di facile consumo di uso individuale per l'igiene personale"

Le scuole sono sempre più in difficoltà finanziaria e cercano di tagliare tutte le spese, a volte anche quelle non superflue. L'Istituto comprensivo di Sergnano -nel Cremonese a 20 km da Orzinuovi- ha inviato una comunicazione alle famiglie chiedendo che gli alunni si portino da casa la carta igienica.

A prendere la decisione è stato il consiglio d'istituto. La delibera firmata dal dirigente scolastico Giuseppe Noci è chiara: "Dovendo procedere alla riduzione delle spese correnti evitando penalizzazioni per il miglioramento dell'offerta formativa e per la diffusione delle nuove tecnologie, il consiglio d'istituto, su proposta della dirigenza, con voto espresso all'unanimità dai componenti nella seduta del 13 febbraio 2013 ha deliberato di chiedere alle famiglie di provvedere direttamente al rifornimento di materiale di facile consumo di uso individuale per l'igiene personale (salviettine, fazzolettini di carta, carta igienica...) da portare nello zaino in modiche quantità, sufficienti per le esigenze della giornata scolastica".

La decisione ha sollevato qualche perplessità e preoccupazione tra i genitori. Nella comunicazione si garantisce che i risparmi servono a migliorare l'offerta formativa, ma ai genitori la spiegazione non è parsa convincente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento