Si getta nella rissa per difendere l'amico: cranio sfondato e arresto cardiaco

In seguito al furto di una catenina d'oro due gruppi si sono azzuffati nel parcheggio di un locale. Drammatico l'esito per un 34enne

Setto nasale fracassato e cranio sfondato, contusioni che l'hanno portato in arresto cardiaco. Sono drammatiche le conseguenze di un brutto episodio avvenuto in un locale del Garda. Ad avere la peggio è stato un 34enne residente in città, finito in ospedale e salvato in extremis da un arresto cardiaco. 

I fatti. Sabato scorso tre amici in compagnia delle rispettive fidanzate hanno deciso di trascorrere la seconda parte della serata in un noto locale del Garda. Nella ressa della pista da ballo affollata, uno straniero (è questa l'ipotesi) ha strappato a una delle ragazze la catenina d'oro dal collo. La vittima del furto ha prontamente denunciato il fatto ai buttafuori, che a loro volta hanno chiamato i carabinieri di Calcinato, per poi allontanare i presunti responsabili del furto.

Nel parcheggio del locale proprio il gruppetto di stranieri appena cacciato dal locale avrebbe sentito la denuncia della ragazza derubata: da lì è nato uno scontro fisico tra due donne, una italiana e una straniera, separate dai militari (nel frattempo era giunta sul posto una seconda pattuglia). Tutto finito? No, anzi: una volta che i carabinieri se ne sono andati, i due gruppi, quello della vittima del furto (tre ragazzi) e quello degli stranieri (otto o nove in tutto), sono giunti alle mani.

Nello scontro, uno degli italiani - affetto da problemi cardiaci - è finito a terra. Per difenderlo è intervenuto il 34enne, preso a calci e pugni sul volto. Portato in ospedale da un'ambulanza, è stato sottoposto ad operazione chirurgica per ridurre le fratture al setto nasale. Poco dopo l'intervento è andato in arresto cardiaco, a causa dello sfondamento della fronte: i medici l'hanno salvato in extremis. Il 34enne è ancora ricoverato al Civile.  

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento