Doppia spaccata in poche ore: sfondano a mazzate le vetrine dei bar

I banditi hanno portato via slot machines e macchinette cambiasoldi: un colpo da migliaia di euro. Ladri in azione due volte in meno di 24 ore

Foto d’archivio

Doppio colpo in meno di 24 ore, nello stesso paese e probabilmente ad opera della stessa banda: hanno sfondato le vetrate d’ingresso con una mazza, una volta dentro hanno puntato dritti alle slot machines e alle macchinette cambiasoldi. Ne hanno rubate due alla volta, distrutte e svuotate: sono state ritrovate dai carabinieri nelle campagne della Franciacorta.

Il bottino e i danni

E’ successo a Corte Franca, due spaccate in due giorni: la prima nella notte tra domenica e lunedì, al Bar Fantasy, la seconda nella notte tra lunedì e martedì, al Bar Unico di Colombaro. Consistente il bottino, quantificabile in qualche migliaio di euro: altrettanto consistenti i danni, cui dovranno purtroppo sopperire (con l’aiuto dell’assicurazione) i proprietari dei locali.

Indagini serrate dei carabinieri. Il ritrovamento delle macchinette svuotate segue un’attenta analisi delle telecamere di videosorveglianza delle zone teatro di rapina, e delle telecamere di controllo dei varchi posizionate all’ingresso e all’uscita del paese.

Le indagini

A quanto pare due colpi studiati nei minimi dettagli, a opera di una banda di veri professionisti: erano almeno quattro quelli entrati in azione, e non si esclude il quinto complice magari alla guida del mezzo utilizzato per la fuga, presumibilmente un furgone.

Hanno sfondato a mazzate gli ingressi, hanno puntato dritto alle slot e alle macchinette, scardinate dal muro e trascinate di peso all’esterno. Come detto sono state poi ritrovate in campagna. Sul pavimento e sui muri i segni inequivocabili della razzia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Un bar senza macchinette non è appetibile per i ladri ma se i gestori le tengono un motivo ci sarà...

  • Di fronte a episodi come questi (e tanti altri) non resta che ammettere la realtà: - La situazione è completamente fuori controllo, siamo in balia dei delinquenti - Le forze dell'ordine non hanno numeri e mezzi sufficienti per proteggere la popolazione - Le leggi in vigore sono arcaiche, ma nessuno fa nulla per cambiarle e nemmeno per applicarle - La legge sulla legittima difesa è un palliativo che finirà solo per generare più violenza

  • Ed eliminerei le macchinette che rovinano le famiglie

    • Giocare non è obbligatorio!! se si elimina tutto ciò che "fa male" ce ne sarebbero di cose da togliere! a partire dalle sigarette, a tutti i giochi a denaro, agli alcolici e via dicendo! serve solo un po di buon senso, essere in grado di prendersi le proprie responsabilità e smetterla scaricare le colpe su qualsiasi cosa... le cose che sembrano più "dannose" in realtà sono quelle più controllate.....

  • Concordo.

  • Fino a quando dovremo sopportare tutto questo schifo. Ladri e rapinatori che se vengono presi perdono solo "due giorni di lavoro" e poi sono di nuovo in azione ! Cambiare le leggi !!! Cambiare i Giudici !!! Cancellare la SalvaPreviti !!!! Rimpatriare i delinquenti non italiani !!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Prima li fa azzannare dal cane, poi investe e uccide i gattini della sorella

  • Cronaca

    Al volante di una Golf senza avere la patente: “Non sapevo che servisse”

  • Cronaca

    Cade dal carro per il rogo della 'vecchia' e batte la testa: soccorso dall’eliambulanza

  • Economia

    Nuovo maxi-stabilimento: 100 milioni di euro per 100 posti di lavoro

I più letti della settimana

  • “Vino di lusso, a 90 euro a bottiglia”: ma il ristoratore chiama i carabinieri

  • Incidente a Calvagese della Riviera: morti Marco Cioccarelli e Alessandro Giuliani

  • Tragedia in casa: ragazza non risponde ai familiari, i pompieri la trovano morta

  • Marco e Alessandro, tra sogni e ricordi: due giovani vite spezzate troppo presto

  • Ragazzo si accascia sul volante e muore mentre guida: aveva soltanto 28 anni

  • Ambra senza filtri sull'ex: "Renga? Complicato vivere vicini, ma sa farmi ridere"

Torna su
BresciaToday è in caricamento