Ex dipendente deve risarcire il Comune per 370mila euro

La cifra, stabilita dalla Corte dei Conti, deriva dalla somma di quanto sottratto e dal danno d’immagine per l’ente.

374.323,97 euro. Tanti sono i soldi che E.B., ex dipendente del Comune di Trenzano, dovrà versare nelle casse nell’ente dove ha lavorato fino al 2010. La notizia, attesa da tempo, riempie di soddisfazione il Comune, che da anni si batte per ottenere giustizia (e quello che considera il giusto risarcimento). 

Per arrivare a tale cospicuo importo, recentemente stabilito dalla Corte dei Conti (sentenza n. 96/2016, trasmessa al Comune in data 23 giugno) si devono sommare le cifre di 259.136,29 euro, l'importo dimostrato essere stato complessivamente sottratto dal 2001 al 2008, 35.187,68 euro per il danno da disservizio e 80mila euro per il danno all'immagine. Contrariamente al modus administrandi in voga fino al 2008, almeno dal 2001, già alcuni mesi dopo le elezioni amministrative del 2008 E.B., sino ad allora figura apicale dell'organigramma dell’ente in qualità di Responsabile dell'Area Finanziaria, fu demandato ad altre mansioni molto meno rilevanti, e infine l'11 marzo 2010 definitivamente licenziato, senza preavviso, con decorrenza immediata.

Sin dai prossimi giorni il Comune, guidato dal sindaco Andrea Bianchi, promette che, forte della sentenza, porrà in essere tutte le azioni possibili per ottenere quanto prima l'ingente credito vantato nei confronti dell'ex dipendente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

Torna su
BresciaToday è in caricamento