"Passiamo a trovarla per portare conforto": si fingono sacerdoti per truffare gli anziani

L'emergenza Coronavirus non ferma gli sciacalli. Diversi episodi segnalati a Desenzano. L'appello del sindaco.

Foto d'archivio

Sciacalli al tempo del Coronavirus. L'emergenza non ferma i truffatori, che escogitano nuovi trucchi, sempre più subdoli, per raggirare gli anziani. Dopo i tamponi portata e porta e i finti farmaci, arriva la truffa dei falsi preti. Negli ultimi giorni diversi anziani di casa a Desenzano del Garda e zone limitrofe avrebbero ricevuto strane chiamate. Dall'altro capo del telefono uomini che si fingevano sacerdoti e si offrivano di andare a casa delle vittime per portare conforto in questi momenti di solitudine e paura. In realtà volevano solo arraffare soldi e gioielli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli episodi sarebbero numerosi, tanto che lo stesso sindaco Guido Malinverno ha lanciato un appello alla popolazione affinché nessun anziano cada nella trappola tesa dagli sciacalli. Nessun sacerdote infatti sta chiamando i suoi parrocchiani per annunciare una visita a domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento