OGGI: "Domenica scorsa il cellulare della Scalvenzi squillava"

Secondo il settimanale, il cellulare della donna a tre giorni dalla scomparsa avrebbe fatto registrare una decina di squilli a vuoto, prima che scattasse la segreteria telefonica

Domenica 6 gennaio, alle 10.30 da Londra, un amico degli italiani che si trovavano a bordo dell'aereo sparito il 4 gennaio scorso sulla rotta Los Roques-Caracas, ha chiamato i telefonini di tutti e quattro.

Quello di Elda Scalvenzi ha fatto registrare una decina di squilli a vuoto, poi è scattata la segreteria telefonica. Nessuno ha risposto. Sono stati vani, nei giorni successivi, i tentativi di riprendere la linea. E' quanto si legge in un articolo pubblicato sul settimanale 'Oggi'.

- Los Roques «In casi simili altri passeggeri si sono salvati»
- La famiglia chiusa nel silenzio. A Pralboino riapre l'azienda
- Los Roques: su quella rotta già 4 casi con italiani

"Quello di domenica 6 - osserva il settimanale - è il secondo segnale di vita telefonico nel nuovo mistero di Los Roques: alcune ore dopo la scomparsa dei quattro, infatti, Pietro, il figlio maggiore dell'industriale bresciano Guido Foresti, ha ricevuto nel cuore della notte di sabato 5 gennaio un sms dal cellulare del padre Guido: 'Sono di nuovo contattabile. Chiama ora'. Aumenta quindi il sospetto - conclude - che l'aereo con Vittorio Missoni non sia caduto, ma sia stato dirottato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento