Meccanici bresciani smontano un'auto rubata: beccati in officina dai carabinieri

Sono stati entrambi arrestati i due meccanici bresciani che stavano smontando, pezzo dopo pezzo, una Fiat Punto che risultava rubata

L'auto cannibalizzata

Una coppia di meccanici bresciani beccati in flagranza mentre stavano “cannibalizzando” una Fiat Punto probabilmente oggetto di furto: lo ha reso noto il comando provinciale di Brescia, a margine dell'operazione condotta dai carabinieri della stazione di Concesio.

I militari sono arrivati ai due meccanici, di 46 e 54 anni, al termine di un'articolata attività investigativa tesa al contrasto dei reati contro il patrimonio: sono stati entrambi arrestati. I due sono stati intercettati all'interno del capannone in uso al 56enne, dov'era stata allestita un'officina.

Presi in flagrante, in officina

Presi in flagrante proprio mentre stavano smontando, pezzo dopo pezzo, l'auto rubata: si presume stessero recuperando tutti i pezzi di ricambio utili per essere rivenduti. Il giudice ne ha già convalidato l'arresto, disponendo per i due gli arresti domiciliari, in attesa del processo.

Sono entrambi accusati di concorso in ricettazione. E le indagini proseguono: oltre alla Fiat Punto ormai ridotta a un rottame, in loco sono state recuperate anche altre due targhe, per cui è stato verificato che appartengono ad altrettante vetture, denunciate come rubate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento