Appalti truccati, terremoto in Comune: arrestato un dirigente, indagato il sindaco

Nel mirino dell'inchiesta della procura della Repubblica di Brescia il Comune di Concesio. Mercoledì mattina è stato arrestato il responsabile dell'ufficio tecnico

Nuova inchiesta della Procura di Brescia in materia di appalti pilotati: al centro delle indagini c'è il comune di Concesio. Mercoledì mattina il responsabile del settore tecnico Riccardo Gardoni è finito in manette per turbativa d’asta, corruzione, abuso d’ufficio e falso in atti pubblici: ora è ai domiciliari.

Gli indagati sono in tutto 24, tra loro ci sarebbe anche il sindaco Stefano Retali e altri membri dell'attuale giunta, oltre ad alcuni imprenditori e professionisti della zona. L’inchiesta dei carabinieri e della Guardia di Finanza - condotta con l’ausilio della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura e con il  Gruppo Reati ambientali della Polizia Provinciale di Brescia- scaturisce dall’attività informativa scattata seguito dell’arresto del segretario del Comune di Concesio, avvenuto il 9 maggio dello scorso anno nella flagranza del reato di concussione.

Attraverso servizi di osservazione, dall’attività tecnica, nonché dall’acquisizione della documentazione relativa agli appalti degli ultimi anni di quel comune, gli inquirenti hanno potuto appurare che da diversi anni i lavori pubblici venivano assegnati ad un numero circoscritto di imprese, risultando disatteso il principio di rotazione e di concorrenza; in alcuni casi  si procedeva ad affidamenti diretti, non consentiti dalle norme vigenti, ed impedendo di fatto l’accesso alle gare ad altri partecipanti.

La presunta attività illecita non avrebbe riguardato soltanto la gestione delle gare di appalto, ma anche la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, con la costituzione di una discarica abusiva e la gestione dell’urbanistica e dell’edilizia del territorio comunale, con la quale venivano favorite alcune ditte costruttrici, coinvolte nelle indagini.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

Torna su
BresciaToday è in caricamento