Movida al Carmine: comune di Brescia condannato a risarcire due residenti

Il tribunale civile ha condannato la Loggia a risarcire con 50mila euro due cittadini danneggiati dalla movida notturna, ritenuta troppo fastidiosa. L'amministrazione comunale ha già annunciato di voler ricorrere in appello

È una sentenza destinata a far discutere quella emessa dal tribunale civile di Brescia nei confronti della Loggia: il giudice Chiara D'Ambrosio ha infatti condannato l'amministrazione a risarcire, con 50mila euro, due residenti del quartiere Carmine, danneggiati dagli schiamazzi notturni.

Una movida notturna eccessiva e troppo fastidiosa che, secondo il giudice, avrebbe causato danni biologici e patrimoniali, quantificati appunto in 50 mila euro, ai querelanti. Uno di loro è Gianfranco Paroli, fratello dell'ex sindaco di centrodestra di Brescia, Adriano. Sullo sfondo non ci sarebbe alcuna strategia politica: la battaglia legale contro urla e schiamazzi era già iniziata quando il fratello era primo cittadino di Brescia.

Per il giudice la Loggia non avrebbe adottato misure idonee a far cessare i rumori molesti e per questa ragione è stata condannata al risarcimento. L'attuale giunta di centrosinistra guidata da Emilio del Bono ha sottolineato le diverse misure adottate per tutelare i residenti dello storico quartiere, tra cui il'coprifuoco' imposto ai locali. La partita è tutt'altro che finita: il comune ha già annunciato di voler ricorrere in appello. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Controlli stradali, dati shock: un automobilista su sette era ubriaco o drogato

  • Incidenti stradali

    Furibonda lite di coppia, lei apre la portiera e si lancia dall'auto in corsa

  • Cronaca

    Scompare per un giorno intero: la ritrovano viva a più di 40 chilometri di distanza

  • Cronaca

    Si dimentica del freno a mano, l'auto finisce dritta nel laghetto dei pescatori

I più letti della settimana

  • “Vino di lusso, a 90 euro a bottiglia”: ma il ristoratore chiama i carabinieri

  • Incidente a Calvagese della Riviera: morti Marco Cioccarelli e Alessandro Giuliani

  • Marco e Alessandro, tra sogni e ricordi: due giovani vite spezzate troppo presto

  • Ragazzo si accascia sul volante e muore mentre guida: aveva soltanto 28 anni

  • Ambra senza filtri sull'ex: "Renga? Complicato vivere vicini, ma sa farmi ridere"

  • Record bresciano: 10 supermercati in 10 chilometri. Aperto uno, ne arriva un altro

Torna su
BresciaToday è in caricamento