Sesso e soldi in cambio di certificati, chiesti 6 anni per il funzionario del Comune

Il dipendente comunale Claudio Lazzari è accusato di tentata concussione e violenza sessuale. Cinque gli episodi contestati, lui ha sempre negato tutto.

Foto di repertorio

Secondo l'accusa avrebbe chiesto prestazioni sessuali alle donne, e soldi agli uomini, in cambio del giudizio positivo sull’idoneità alloggiativa degli appartamenti. Per queste ragioni il funzionario dello sportello edilizia del comune di Brescia, Claudio Lazzari, era stato arrestato, lo scorso marzo, e ora sta affrontando un processo per tentata concussione e violenza sessuale.

Nel corso dell'ultima udienza, il sostituto procuratore Ambrogio Cassiani ha formulato la richiesta di condanna: 6 anni e 8 mesi. Il giudice dell'udienza preliminare ha però aggiornato la seduta e la sentenza è attesa per il prossimo 5 novembre.

La presunta condotta illecita del 57enne dipendente comunale è emersa durante un'inchiesta della Polizia Locale cittadina. Sono cinque gli episodi contestati, con tre vittime, tutte straniere. Si tratta di due donne, una di nazionalità cinese e l'altra etiope, e un cittadino siriano. A tutti e tre Lazzari avrebbe chiesto qualcosa in cambio del buon esito delle pratiche di idoneità alloggiativa delle loro abitazioni, certificati indispensabili per avviare il ricongiungimento familiare. 

In particolare, nei confronti della donna cinese ci sarebbe stata la violenza sessuale, con un palpeggiamento. Alla donna etiope, il 58enne avrebbe invece chiesto un rapporto sessuale in cambio del buon esito della pratica edilizia. La donna si è però rivolta alla Polizia Locale, facendo scattare l'inchiesta. Dal cittadino straniero il dipendente del Comune avrebbe invece preteso “solo” 100 euro in contanti.

Arrestato lo scorso 30 marzo, proprio mentre timbrava il cartellino in ufficio,  ha trascorso una settima in carcere, a Canton Mombello. Durante l'udienza di convalida il 57enne, padre di due figli, aveva negato tutto e gli erano stati concessi gli arresti domiciliari, condizione nella quale ancora si trova.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento