Rogo in azienda, colonna di fumo alta 100 metri: a fuoco montagne di rifiuti

L'incendio è divampato in piena notte alla Staf srl di Chiari: per spegnerlo ci è voluta una notte intera. A causa di un'autocombustione hanno preso fuoco i rifiuti organici nel piazzale dell'azienda

Foto d'archivio

L'incendio è divampato nella notte tra martedì e mercoledì, per spegnerlo ci sono volute diverse ore: nel suo momento di massima la colonna di fumo si è librata in cielo per più di un centinaio di metri, visibile (con le prime luci dell'alba) a chilometri di distanza. Le fiamme hanno coinvolto il materiale (per lo più organico) stoccato dall'azienda Staf srl di Chiari, sulla strada per Pontoglio.

La ditta è specializzata nella trasformazione di rifiuti organici in compost e humus per agricoltura e giardini: non sarebbe la prima volta che qualcosa prende fuoco nell'area di pertinenza dell'azienda. Gli incendi divamperebbero a causa delle alte temperature raggiunte dai materiali nel corso della loro naturale fermentazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in questo caso si sarebbe trattato di un effetto di autocombustione: mai comunque si era registrato un rogo simile in azienda. Sono bruciati diversi metri cubi di materiale: l'allarme è stato lanciato intorno alle 1, sul posto sono subito arrivate diverse squadre dei Vigili del Fuoco, partiti da Chiari, Brescia e Palazzolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 5 aprile 2020

  • Coronavirus, cresce la mobilità in Lombardia: "Si spostano decine di migliaia di persone"

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 4 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 3 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento