Sfondano il muro per la cassaforte: proprietario minacciato di morte

Ennesima rapina in casa in terra bresciana, questa volta in Valcamonica: a Cevo è stato preso di mira l'ex presidente della Pro Loco Luciano Ramponi, minacciato di morte da uno dei due rapinatori

Hanno frugato nei cassetti, ribaltato gli armadi, strappato i materassi: hanno perfino sfondato un muro per cercare la cassaforte. Il bilancio amarissimo di un rientro in casa altrettanto indigesto per Lorenzo Ramponi, storico presidente della Pro Loco di Cevo e che nella tarda serata di sabato è stato vittima di una rapina nella sua abitazione.

Un doppio appartamento, ricavato da quello che un tempo era un locale adibito a lavanderia, in un piccolo caseggiato di Via Marconi, a circa un centinaio di metri dalla caserma dei Carabinieri. Toccherà proprio ai militari cercare di risalire ai malviventi che hanno agito sabato sera, poco più tardi delle 23.

Ramponi stava rientrando a casa, quando si è accorto che qualcosa non andava: il cane libero in giardino, nonostante fosse stato chiuso dentro. In pochi attimi, l’inaspettata sorpresa: due malviventi ancora all’interno dell’appartamento, che alla vista del padrone però si sono rapidamente allontanati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario di casa ha cercato di fermare quello più vicino a lui. Il ladro si è voltato, ha quasi preso l’uomo per il bavero, l’ha minacciato di morte se non fosse stato zitto. Pietrificato, Ramponi li ha visti allontanarsi, ha poi avvisato i Carabinieri. Difficile quantificare il bottino, anche se i malviventi si sono portati via oro, gioielli e pure parecchi contanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

Torna su
BresciaToday è in caricamento