Le richieste dei cittadini in merito all'inquinamento delle acque a Brescia

"I cittadini di Brescia seguono con viva preoccupazione le notizie relative allo stato delle acque di falda della città"

Cittadini, comitati e associazioni chiedono chiarezza in merito all'inquinamento delle acque a Brescia. Anche attraverso l'istituzione di un'autorità di intervento apposita.

Queste le richieste presentata ad A2A, Comune, ARPA, ASL e Regione

1) Raccolta capillare e diffusione tempestiva di tutti i dati rilevanti nella contaminazione delle falde con mappatura e stratificazione straordinaria dei siti contaminati

2) Pubblicazione continua online dei dati relativi ai parametri di qualità dell'acqua distribuita, e nello specifico: cromo esavalente, radioattività, solventi clorurati, idrocarburi, nitrati e pesticidi

3) Avvio immediato delle opere di messa in sicurezza permanente e bonifica dei siti di contaminazione già noti, a partire dai piezometri della Cava Piccinelli e dall'emergenza Cromo VI nella zona ovest della città

4) Sistematica indagine di rilevazione e monitoraggio a tappeto su tutto il territorio cittadino e provinciale per studiare e individuare eventuali ulteriori situazioni di contaminazione

5) Considerare, limitatamente alle situazioni locali più preoccupanti, provvedimenti restrittivi al consumo, a partire dalle scuole, per ragioni precauzionali

Consulta Ambiente Comune di Brescia, Comitato Difesa Salute Ambiente San Polo, Legambiente, Comitato Spontaneo Contro le Nocività, Comitato Villaggio Sereno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento