Incendio in fabbrica, rischio ambientale: arrivano i pompieri specialisti del Nucleo Nbcr

Azienda evacuata e produzione sospesa: incendio lunedì mattina alla Pfp Biofuels di Castenedolo, lanciato allarme di rischio ambientale

Vigili del Fuoco Nucleo N.B.C.R.

Incendio ad alto rischio ambientale lunedì mattina a Castenedolo: le fiamme sono divampate negli spazi interni dell'azienda Pfp Biofuels di Via Industriale, stabilimento del gruppo Parodi specializzato nella produzione di biodiesel e glicerolo. A causare il rogo un imprevedibile malfunzionamento dei macchinari durante il ciclo produttivo in cui viene coinvolto del metileptano, un idrocarburo alifatico altamente infiammabile.

L'allarme è stato lanciato intorno alle 11: in fabbrica sono arrivati i pompieri ordinari e gli specialisti del Nbcr, il gruppo per interventi su nucleare, biologico, chimico e radiologico, con il supporto di una pattuglia dei carabinieri per i rilievi.

Le fiamme sono state probabilmente scatenate da alcune scintille, provocate da un cuscinetto che più volte ha “grattato” un ingranaggio in metallo, innescando così in pochi attimi la combustione del metileptano. In attesa dell'arrivo dei soccorsi, in azienda sono scattati immediatamente i vari protocolli di sicurezza, oltre al sistema antincendio.

L'incendio è stato rapidamente contenuto, e poi definitivamente spento grazie all'intervento decisivo dei vigili del fuoco. Nessun ferito tra i presenti, e danni tutto sommati contenuti: la produzione in azienda è stata interrotta solo per qualche ora, e ha poi ripreso regolarmente nel pomeriggio.

Una volta domate le fiamme, gli uomini del Nbcr hanno verificato se ci fossero state dispersioni di sostanze pericolose, sondando l'eventualità di un rischio ambientale. Niente di tutto questo, per fortuna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento