Offre le rose a un cliente, riceve in cambio un pugno che lo manda all'ospedale

Forse un equivoco all'origine dell'aggressione da parte di un italiano ai danni di un venditore di rose bengalese

Visto il rifiuto del cliente del bar di acquistare una rosa, si è allontanato borbottando qualcosa nella sua lingua. Il gesto è stato inteso come un insulto, tanto da scatenare l'ira del cliente. È stato un pomeriggio decisamente movimentato, dai risvolti drammatici, quello vissuto nel pomeriggio di ieri in un bar di piazza Dante a Castegnato, lo riporta il Giornale di Brescia. 

A pagare il prezzo della rabbia dell'avventore del bar è stato un venditore di rose di origine bengalese di 42 anni, che ha preso un pugno in pieno volto. Soccorso - in codice verde - da um'ambulanza, è stato portato in ospedale al Sant'Anna. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Chiari, che hanno raccolto le testimonianze di vittima e aggressore, e dei presenti nel bar. Al momento non si sa cosa abbia detto il bengalese, che nelle prossime ore potrebbe decidere di sporgere querela.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento